Sennebogen propone una gamma di material handler che spaziano in tutte le fasce di mercato. Con modelli che partono da 13 fino a oltre 40 metri di sbraccio. Fra le macchine del costruttore tedesco il modello 830E si colloca in una fascia prestazionale fra le più richieste. Stiamo parlando di un peso operativo che varia, a seconda delle versioni, fra le 38 e le 48 tonnellate per uno sbraccio massimo di 17 metri e una potenza di 168 kW (228 cv).

Sennebogen punta in modo importante al suo 830E

Sennebogen

L’830E è uno dei modelli più diffusi del costruttore bavarese grazie ad una gamma di versioni completa e personalizzabile

Non è infatti un caso se questo modello sia declinato in differenti allestimenti che prevedono anche carri cingolati, comprese le versioni su pilone, in versione demolizione e anche in quella per la movimentazione pesante portuale. Senza ovviamente contare tutte le possibili varianti che il costruttore è in grado di progettare in base a specifiche esigenze.

Il Sennebogen 830E è infatti pensato per risolvere le problematiche logistiche aziendali con un forte risparmio in termini di costi di gestione. Partendo dal presupposto fondamentale del consumo di carburante per ogni tonnellata di materiale movimentata. Un approccio che il costruttore bavarese ha da sempre applicato alle proprie macchine con soluzioni efficaci, pratiche e molto concrete.

Il Sennebogen 830E è un material-handler che presidia la fascia di mercato più importante

Sennebogen

Le versioni disponibili del modello 830E spaziano dalla classica macchina gommata a versioni cingolate diesel ed elettriche

Struttura modulare by Sennebogen

La modularità è alla base della varietà di allestimento dell’830E. Sulla base di una torretta è possibile avere sette tipi differenti di carro di cui tre cingolati, tre gommati e uno fisso su stabilizzatori. Le cabine possono essere la maXcab e la maXcab Industry. A loro volta possono essere accoppiate con due tipi diversi di cinematismi di sollevamento. Il primo, classico, solleva il piano di calpestio fino a 2,70 metri da terra, il secondo arriva a 3,00 metri con una sporgenza in avanti di 2,60 metri rispetto al fulcro primario.

Le motorizzazioni possono essere a gasolio o elettroidrauliche. Con la possibilità, in questo secondo caso, di avere un trasformatore a bordo oppure un avvolgitore per un eventuale cavo di alimentazione. Sennebogen è inoltre uno degli specialisti del settore nell’alimentazione elettrica che ha anche sviluppato, per alcuni modelli più piccoli, con varianti a batteria. Su cui il costruttore si è focalizzato nello scorso IFAT.

Potrebbe interessarti

I bracci a disposizione sono invece sei. Con sbracci fino a 17 metri e con la versione Vario Tool che riveste un’importanza fondamentale nelle aziende dove la macchina deve compiere diverse lavorazioni cambiando frequentemente attrezzature e dotazioni. Si tratta infatti di un braccio dotato di attacco idraulico a facce piane che consente, in qualche decina di secondi, di cambiare completamente l’assetto operativo della macchina.

Sennebogen propone anche versioni per il traino rimorchi

Sennebogen

La modularità dell’830E permette di avere versioni con bracci e allestimenti ad hoc come quella per il traino rimorchi

Un cuore Cummins per un’idraulica performante ma conservativa

La motorizzazione è affidata al Cummins 6.7 da 168 kW (228 cv) @ 2.200 giri/min ottimizzato a 188 kW (255 cv) @ 1.900 giri/min per il contenimento dei consumi. La modalità EcoMode opera infatti a 1.800 giri/min massimi con l’ottimizzazione di coppia e potenza riducendo i consumi del 20% senza penalizzare la produttività.

L’impianto idraulico è un Load Sensing Flow Sharing dalla capacità massima di 520 l/min con una pressione massima di esercizio di 350 bar. Una scelta tecnologica che privilegia la possibilità di effettuare molteplici movimenti contemporanei in modo proporzionale all’azionamento dei joystick. Colpisce la capacità del serbatoio dell’olio idraulico che è di 310 litri con una visione conservativa che ha la durata come obiettivo fondamentale.

Il funzionamento è possibile anche con oli biodegradabili. La programmazione consente di impostare pressioni e portate per dieci diversi tipi di attrezzature da mantenere in memoria. L’impianto è inoltre protetto di serie dal sistema di filtrazione Sennebogen HydroClean che blocca particelle con dimensione fino a 3 micron.

Sennebogen impiega il Cummins 6.7 sul suo 830E

Sennebogen

Motore Cummins 6.7 e impianto idraulico Load Sensing Flow Sharing da 510 l/min caratterizzano l’830E

Le versioni elettriche

Come anticipato, il costruttore tedesco ha una lunga esperienza nell’azionamento elettrico delle proprie macchine. Una “visione” che permette di avere versioni eGREEN con alimentazione elettrica. L’830E dispone di una motorizzazione da 132 kW con tensione di funzionamento a 400 V @ 50 Hz. Il carico totale è pari a 315A a 400 Volt. In alternativa, per chi avesse bisogno di ulteriori prestazioni, è possibile avere un motore da 160 kW sempre a 400 V @ 50 Hz.

L’alimentazione a cavo ha ovviamente delle limitazioni in termini di spazi operativi ma, come ben sappiamo, il target di Sennebogen sono soprattutto le aziende che operano negli impianti di riciclaggio.

Il costruttore offre diverse configurazioni di allestimento per ottimizzare l’alimentazione e consentire la massima libertà di movimento.

Sennebogen propone anche versioni elettriche con due livelli di potenza

Sennebogen

Le versioni elettriche dell’830E prevedono due livelli di potenza con 132 kW o 160 kW

SENCON, SENnebogen CONtrol System

La serie E del costruttore bavarese è dotata di serie con il sistema di controllo SENCON. Grazie a questa interfaccia è possibile visualizzare lo stato della macchina in modo intuitivo tramite icone e una chiara navigazione nel menu.

Grazie al SENCON è possibile avere una ottimale diagnostica dei guasti e la possibilità di programmare gli interventi di manutenzione. Ogni problematica è archiviata in modo chiaro e comprensibile. Nella reportistica sono disponibili in modo immediato i dati di consumo e le modalità di impiego della macchina. Sono inoltre fornite indicazioni per un impiego più efficiente della macchina.

Il SENCON permette di avere sotto controllo tutti i parametri funzionali della macchina

Sennebogen

Il SENCON SENnebogen CONtrol System permette di avere un accurato controllo dell’efficienza operativa della macchina

Tutto il controllo di gestione della macchina passa attraverso il SENCON. Come ad esempio il controllo della ventola in base alla effettiva potenza frigorifera richiesta. Il controllo della ventola può essere regolato in modo da ridurre notevolmente il consumo di energia pur mantenendo invariata la potenza frigorifera.

Sul display l’operatore effettua personalmente le impostazioni più importanti. Come l’impiego ottimizzato della modalità ECO . Nei material handler l’Optimode può essere regolato in modo da avere sempre il massimo livello di efficienza. Ciò significa che si utilizza solo la potenza necessaria per l’effettivo fabbisogno operativo. Riducendo quindi notevolmente il consumo di carburante.

Il pannello di controllo del SENCON dispone di una routine di funzionamento intuitiva

Sennebogen

Il pannello di controllo del SENCON permette di avere sotto controllo la macchina in modo intuitivo grazie al menu con icone facilmente intuibili

La MaxCab di Sennebogen

L’830E utilizza la cabina Maxcab che nasce da un accurato lavoro di ottimizzazione che Sennebogen ha sviluppato insieme a clienti e rivenditori puntando a comfort e funzionalità.

Le sospensioni rinforzate offrono un elevato comfort per l’operatore e la ​​climatizzazione standard si presenta con un totale di 12 ugelli dell’aria regolabili individualmente.

La Max Cab dispone di un comfort superiore

Sennebogen

La MaxCab dispone di un livello superiore di comfort grazie a numerosi accorgimenti

Il parabrezza si presenta a tutta lunghezza e va dal tetto al pavimento. Per mantenere elevati standard di sicurezza è realizzato di serie in vetro antiproiettile. Tutti gli interruttori sono comodamente azionabili dal sedile su una tastiera a membrana disposta nel campo visivo diretto dell’operatore.

La cabina MaxCab è stata sviluppata da Sennebogen per le esigenze del settore

Sennebogen

Gli interni della MaxCab sono semplici ma completi e funzionali portando ad alti livelli il comfort e la sicurezza per l’operatore

Sicurezza su misura per ogni operatore

Ogni operatore può programmare il proprio specifico profilo personalizzato e memorizzarlo per aumentare l’efficienza. In questo modo ognuno seleziona a inizio turno le proprie impostazioni trovandosi a proprio agio.

L’altezza della cabina a variazione continua arriva 2,70 m e il cinematismo è stato pensato per avere un’elevata resistenza alla torsione. Questo significa meno vibrazioni e più fluidità quando si varia l’altezza di lavoro della cabina.

La porta di accesso è scorrevole per aumentare la sicurezza di accesso in ogni condizione operativa. I fari di lavoro sono a LED e garantisono la massima sicurezza durante la movimentazione notturna della macchina.

Sennebogen ha sviluppato un ottimale cinematismo di sollevamento della cabina

Sennebogen

Il cinematismo di sollevamento della cabina aumenta il comfort grazie ad un’elevata inerzia laterale e al superiore livello di sospensione

In primo piano

LiuGong Serie F, in arrivo sul mercato italiano

LiuGong è un costruttore cinese che punta in modo deciso verso tecnologia e qualità. Con dei contenuti che lo mettono in diretto confronto con "The big one" Caterpillar in merito a dotazioni, comandi elettroidraulici e disponibilità di tecnologie integrate di assistenza allo scavo. Un prodotto molto...

Articoli correlati