McCloskey è un riferimento globale di primo livello nella progettazione e costruzione di impianti mobili di frantumazione e vagliatura. Il costruttore canadese è presente in modo organizzato sul nostro territorio soprattutto grazie al concessionario Massucco T.. Struttura distributiva che, oggi, si colloca all’ottavo posto al mondo per quanto riguarda i dealer degli impianti dal caratteristico colore verde.

McCloskey ha in Massucco T. un concessionario eccellente

McCloskey

Massucco T.

Il concessionario di Cuneo si colloca fra i dealer McCloskey più attivi a livello mondiale

Fra i clienti del concessionario si annoverano oggi importanti imprese di costruzioni e movimento terra fra cui anche la Viglietti Srl di Montanera (Cn). Si tratta di una delle più importanti e attive aziende operanti in Piemonte che si occupa di costruzioni stradali, demolizioni e trasporti. Fra i vari cantieri attivi sul territorio annovera anche quello della costruenda Asti-Cuneo. Opera all’interno della quale l’impresa Viglietti ha in carico un ingente quantitativo di opere di movimento terra e fornitura materiali.

McCloskey

Il frantoio mobile J50 V2 della Viglietti Srl impegnato in una cava di prestito per la costruzione della Asti-Cuneo

Fornitura che la sta vedendo impegnata proprio con un frantoio mobile McCloskey J50-V2 impegato per la preparazione di materiale stabilizzato. “Si tratta di un impegno importante” ci spiega Alberto Viglietti, seconda generazione in azienda a fianco del padre Ilario “che ci vede produrre ingenti quantitativi di materiale. Il McCloskey J50-V2 lo frantuma dopo che lo abbiamo estratto dalle cave di prestito appositamente aperte per il cantiere della Asti-Cuneo”.

Potrebbe interessarti

McCloskey R105, alta energia nella vagliatura

McCloskey è uno dei riferimenti nel mercato mondiale degli impianti mobili di frantumazione e vagliatura. Il Gruppo Baudino ha scelto di affidarsi alla qualità di lavorazione e selezione di questo marchio per ottenere aggregati riciclati di alto livello qualitativo.

Una macchina importante

La Viglietti Srl è anche operativa nella sua piattaforma autorizzata di recupero localizzata proprio nella zona industriale di Montanera dove è anche presente la sede aziendale.

“Siamo impegnati nel recycling da molti anni” ci spiega Alberto Viglietti “e la costante crescita aziendale ci ha portati verso un deciso potenziamento dei nostri impianti. Non solo il cantiere della Asti-Cuneo ma anche diverse importanti demolizioni acquisite ci hanno spinti verso una macchina importante come il J50-V2. Si tratta infatti di un frantoio a mascelle dal peso operativo di 51 tonnellate con una larghezza di trasporto di 3 metri. Un mezzo che richiede un certo impegno già solo nel trasporto e lavori di una certa dimensione. Ma la produttività che è in grado di mettere in campo è veramente molto elevata”.

McCloskey è uno degli specialisti mondiali negli impianti mobili di frantumazione e vagliatura

McCloskey

La produttività del frantoio mobile J50 V2 è stata all’altezza delle aspettative aziendali

In effetti il McCloskey J50 V2 si caratterizza per le mascelle da 1.270 x 735 mm. Valori che lo identificano come impianto con le mascelle più larghe della sua categoria. Dispone inoltre di angoli ottimizzati di ingresso del materiale e di una velocità operativa che comportano una lavorazione più efficiente all’interno della camera di frantumazione.

Il McCloskey J50 V2 è stato utilizzato in modo pesante nel cantiere della Asti-Cuneo

McCloskey

Il frantoio mobile J50 V2 è stato usato dalla Viglietti Srl per la preparazione del materiale della Asti-Cuneo

La scelta di McCloskey

“La scelta del J50 V2” ci spiega Alberto Viglietti “è stata proprio guidata dalla elevata capacità produttiva dell’impianto. Il fattore tempo è infatti sempre più fondamentale. Inoltre la fiducia nel concessionario Massucco T. è stata ulteriormente determinante per farci propendere verso questa macchina. Si tratta infatti di una struttura che è tempestiva ed efficiente in termini di assistenza in cantiere. Un rapporto che ci vede collaborare da tempo con il concessionario grazie anche a molte macchine Hitachi attive nei nostri cantieri”.

Viglietti ha un rapporto di fiducia con Massucco T. sia per le macchine Hitachi che per gli impianti McCloskey

McCloskey

La Viglietti Srl ha un forte rapporto di fiducia con il dealer Massucco T.

Spiega inoltre Alberto Viglietti che “Non siamo andati alla cieca perché abbiamo avuto modo, grazie al noleggio, di toccare con mano la qualità e la produttività degli impianti mobili McCloskey. Abbiamo infatti utilizzato per un certo periodo un J40 noleggiato sempre da Massucco. Macchina che ci ha definitivamente convinti ad acquistare il nuovo J50 V2”.

McCloskey

Il contesto operativo ha messo in luce le caratteristiche di produttività del J50 V2

Il McCloskey J50 V2 in azione

Abbiamo visto la macchina in azione all’interno di una cava di prestito aperta nel comune di Cherasco. Un sito dove si estrae il materiale e lo si lavora in loco per consentire la produzione di misto stabilizzato con granulometria definita. “Stiamo preparando il materiale per gli strati di finitura superficiale della nuova sede stradale della Asti-Cuneo” ci illustra Alberto Viglietti “e la produzione oraria del McCloskey è conforme alle produzioni attese. Nonostante sembri un impiego tutto sommato semplice si tratta di materiale complesso da lavorare per la sua particolare matrice compositiva”.

Il trattamento del materiale con il J50 V2 è stato molto apprezzato dalla DL

McCloskey

Il J50 V2 è stato utilizzato in una cava di prestito specificamente aperta per il cantiere

Una macchina polivalente

L’impiego in questo contesto è solo uno dei campi di applicazione del McCloskey J50 V2. Infatti si tratta di una macchina indirizzata ad impieghi molto duri con materiali complessi da trattare come, ad esempio, i rifiuti da costruzione e demolizione. Attività in cui la Viglietti Srl, come ci spiegava Alberto, è fortemente attiva da lungo tempo. Infatti sottolinea come “Abbiamo subito avuto modo di apprezzare la polivalenza del J50 V2 con questo cantiere dove, oggettivamente, un frantoio ad urto sarebbe stato più adatto. Ma il McCloskey J50 V2 ha messo in luce le sue ottime caratteristiche di produttività anche con le mascelle molto chiuse per ottenere una granulometria regolare e molto fine”.

Il cantiere della Asti-Cuneo ha visto in azione diversi impianti McCloskey

McCloskey

Il contesto operativo ha messo in luce le caratteristiche di produttività del J50 V2

I numeri del McCloskey J50 V2

Il frantoio mobile della “classe 50 ton” del costruttore canadese è mosso da un motore Stage V da 261 kW (350 cv). Il frantoio lavora ad una velocità di 280 giri/min ed ha un’apertura di alimentazione di 1.270 x 735 mm. L’alimentatore ha invece una superficie di 1.164 x 4.450 mm e svuota in modo graduale la tramoggia pieghevole da 6,8 mc. Quest’ultima è disponibile, in opzione, in Hardox per limitare l’usura con materiali fortemente abrasivi.

Viglietti impiega il J50 V2 in molti suoi cantieri

McCloskey

Il contesto operativo ha messo in luce le caratteristiche di produttività del J50 V2

Il nastro principale ha una larghezza di 1.200 mm e consente il deflusso rapido e regolare del materiale. Le altezze di scarico standard dei nastri sono di 2.580 mm per quello laterale mentre quello principale arriva a 4,26 metri. Altezza, quest’ultima, che permette accumuli importanti che consentono di organizzare al meglio la logistica di carico.

In opzione sono disponibili anche le versioni J50H (Heavy Duty) per impieghi severi e J50E (Electric) per ridurre i costi di gestione. Sempre in opzione è anche disponibile un prevaglio vibrante per effettuare una selezione del materiale in ingresso.

McCloskey ha una gamma di frantoi a mascelle polivalente e produttiva

McCloskey

Il ritmo produttivo del cantiere ha permesso di apprezzare la polivalenza del J50 V2

La Viglietti Srl si affida molto al concessionario McCloskey Massucco T.

VIGLIETTI Srl e MASSUCCO T.

UN RAPPORTO DI FIDUCIA DA HITACHI A MCCLOSKEY

VIGLIETTI Srl – da impresa artigiana a realtà di spicco

La Viglietti Antonio & Figlio S.r.l. nasce il 1 ottobre 1961 come piccola impresa artigiana di autotrasporti in conto terzi "Viglietti Antonio".

Con il passare degli anni all’autotrasporto si aggiunge l’attività di movimento terra iniziando così a porre le basi per un futuro ampliamento dell’azienda. Ed è proprio per questo che viene acquistato il primo escavatore.

Nel 1986 l’azienda cambia ragione sociale sociale in "Viglietti Antonio & Figlio snc" potenziando quindi il proprio organico ed aggiungendo alle attività già consolidate anche quelle relative alle demolizioni, opere stradali e fluviali, scavi e recupero macerie.

Ad inizio anni 2000 l'azienda compie un ulteriore passo avanti e diventa una società di capitali trasformandosi in S.r.l.. Un passaggio che permette di aumentare la propria presenza sul mercato ed organizzarsi in modo sempre più funzionale sia per i lavori privati, sia per quelli pubblici. Con un raggio d'azione che dalla provincia di Cuneo si espande in tutte le regioni del nord ovest.

Ad oltre mezzo secolo dalla nascita si è arrivati oggi alla terza generazione in azienda. Con un contributo fondamentale per fornire il necessario supporto per lo sviluppo e la crescita aziendale. Ad oggi sono oltre 30 le persone impegnate quotidianamente in azienda grazie alla loro elevata qualifica e specializzazione. Con un parco macchine importante che vede la presenza dei marchi leader di mercato.
La Viglietti Srl è un punto di riferimento in provincia di Cuneo

La Viglietti Srl è oggi una delle realtà regionali meglio organizzate per affrontare importanti lavori infrastrutturali

In primo piano

Articoli correlati