Hitachi ha una tradizione nelle pale gommate che affonda radici in marchi storici come Kawasaki e Furukawa. Aziende che hanno scritto pagine importanti nella storia di questi mezzi. Oggi il brand giapponese continua la sua corsa innovativa non solo negli escavatori idraulici, prodotto di punta nella propria offerta, ma anche in queste fondamentali macchine da carico.

Non è affatto un caso, quindi, se molte aziende si orientano verso le pale gommate Serie 7 trovando macchine dai contenuti di rilievo. Come nel caso della Rocca Autotrasporti di Genola (Cn) che si occupa di logistica nel campo dei cereali. Un’impresa al servizio delle grandi aziende produttrici di mangimi e prodotti alimentari nella grande pianura che si estende fra Torino e Cuneo.

Una scelta che ha portato la famiglia Rocca verso il concessionario Massucco T. e la pala gommata Hitachi ZW180-7 dotata di benna ad alto ribaltamento della GDM ed impiegata per la logistica aziendale. Un compito che, a prima vista, potrebbe sembrare leggero ma che, in realtà, è reso complesso dal contesto operativo.

La Rocca Autotrasporti utilizza la Hitachi ZW180-7 per il carico dei cereali

HITACHI

La Rocca Autotrasporti utilizza la nuova ZW180-7 nella gestione dello stoccaggio e carico dei cereali

Ambienti altamente polverosi

L’impiego di una pala gommata nel settore della logistica dei cereali comporta l’esposizione ad ambienti altamente polverosi. Dove ogni parte della macchina è altamente esposta ma con motore e cabina in prima linea come “soggetti altamente a rischio”.

Hitachi ha pensato a dotazioni opzionali per ridurre in modo sostanziale i possibili danni derivanti dall’esposizione agli ambienti altamenti polverosi. Soprattutto in ambito ceralicolo dove le micropolveri che si formano dalle farine sono particolarmente insidiose. La pala gommata Hitachi ZW180-7 della Rocca Autotrasporti è infatti stata equipaggiata con i sistemi di filtraggio supplementare per proteggere cabina, motore e radiatore.

La logistica dei cereali è adatta alle pale gommate Hitachi Serie 7

HITACHI

La logistica dei cereali prevede un ambiente caratterizzato dalla presenza costante di polveri sottili

Trattandosi di equipaggiamenti espressamente studiati dal costruttore si integrano perfettamente nell’architettura della macchina ottimizzandone prestazioni e design. Come la protezione supplementare per il radiatore, dotato di ventola reversibile, che permette di aumentare ulteriormente la durata delle componenti di scambio del calore.

Hitachi ha previsto sistemi specifici di filtraggio supplementare

HITACHI

La forte presenza di polveri ha portato verso la scelta delle dotazioni previste dal costruttore per la protezione di cabina e motore

L’agilità della Hitachi ZW180-7

Le esigenze di un’azienda che opera in questo ambito sono molteplici. Quindi non solo elevata resistenza alle polveri ma anche agilità operativa ed elevata sicurezza. Due elementi che derivano da un ambiente di lavoro in cui l’operatività all’interno di capannoni, nei piazzali e con camion dotati di cassoni ad elevato volume richiede. Il monitoraggio dell’area di lavoro è infatti fondamentale per muoversi in sicurezza nei forti contrasti di luce dentro e fuori gli edifici di stoccaggio.

La Hitachi ZW180-7 è adatta al lavoro nei cereali

HITACHI

Agilità e prontezza sono fondamentali per muoversi fra un capannone e l’altro in modo da caricare i mezzi e preparare i cumuli

Così come l’illuminazione e la visibilità sono cruciali per il carico dei camion con sponde alte all’interno dei capannoni. Da questo punto di vista la Hitachi ZW180-7 è equipaggiata di serie con luci a LED e telecamera posteriore. Per applicazioni in contesti operativi di questo tipo è prevista in opzione il sistema di telecamere a 270° Aerial Angle e il sistema di rilevamento ostacoli posteriore. Due accessori che aumentano in modo rilevante il grado di sicurezza abbassando il rischio di investimento o di urto contro ostacoli di ogni genere.

L’angolo di sterzo di 40° permette di muoversi fra i cumuli all’interno con il minimo di manovre e con la certezza di affrontare spazi ristretti in modo agevole. Fondamentale, per facilitare le fasi di carico e stoccaggio dei cereali, è anche l’impianto idraulico della macchina.

Hitachi punta in modo deciso verso il mercato industriale

HITACHI

Ambienti con luminosità e spazi molto differenti richiedono una grande attenzione e una dotazione specifica

La conferma di Cummins

La motorizzazione Cummins è confermata anche sulla Serie 7. Un motore comparso sulle precedenti Serie 5 in sostituzione di Mercedes-Benz e che vede oggi il B6.7 “battere” sotto il cofano della Hitachi ZW180-7. Una scelta di continuità, quindi, che vede l’apprezzato costruttore di motori evolversi nella propria tecnologia. Puntando sull’efficienza di combustione con un’architettura decisamente più semplice rispetto al passato. Via l’EGR, quindi, e massima semplificazione con impianto di iniezione diretta ad alta pressione con turbocompressore VGT a geometria variabile. La rispondenza allo Stage V è ottenuta con il sistema di post-trattamento Single Module™ integrato dove DPF ed SCR convivono occupando il 30% di spazio in meno rispetto alla versione precedente.

Potrebbe interessarti

Il risultato è di avere consumi nettamente più bassi con il 5% di potenza in più associata ad un aumento della coppia del 31%. Scendendo nei dettagli dei numeri si ha quindi un volume di 6,70 litri frazionato in 6 cilindri. La potenza massima a disposizione è di 129 kW (173 cv) @ 2.200 giri/min per una coppia massima di 1.104 Nm @ 1.100 giri/min. Un règime molto basso che permette di sfruttare al meglio le capacità di disimpegno del propulsore nelle classiche applicazioni a cui fa fronte una pala gommata.

Le curve di coppia e potenza, infatti, risultano pienamente ottimizzate intorno ai 1.400 giri/min con valori quasi di picco per entrambe le grandezze. Questo permette di alzare l’efficienza operativa e ridurre i consumi in modo importante.

Il Cummins B6.7 è dotato di sistema Single Module

HITACHI

Il motore Cummins B6.7 è dotato di sistema di post-trattamento Single Module™ integrato dove DPF ed SCR occupano il 30% di spazio in meno

Impianto e powertrain, la visione di Hitachi

Per aumentare ulteriormente l’efficienza operativa la ZW180-7 adotta un cambio Power Shift a cinque marce avanti e 3 marce indietro dotato di convertitore di coppia e lock-up automatico. La gestione completamente elettronica permette di avere una fluidità e una precisione di azionamento del tutto comparabili ad un cambio CVT. Si tratta di una scelta che privilegia l’affidabilità nel tempo e le prestazioni in spinta.

L’impianto idraulico dispone di 224 l/min per le attrezzature e 54,8 l/min per i servizi. Hitachi ha optato per un’architettura a centro aperto con gestione elettronica che permette di selezionare le modalità operative e, insieme al powertrain, consente di gestire la velocità massima di traslazione nei cicli brevi tipici del carico di autocarri. La modalità ECO consente di tenere sotto controllo continuo i consumi di carburante. Una modalità che, nel caso della gestione logistica di materiali leggeri come i cereali, risulta preziosa.

La logistica dei cereali mette a dura prova la ZW180-7

HITACHI

La ZW180-7 ha messo in luce caratteristiche ideali per la logistica dei cereali

I comandi di serie prevedono la monoleva ma sulla ZW180-7 della Rocca Autotrasporti sono presenti quelli elettroidraulici con doppie leve finger-tip e terza leva per la funzione supplementare. Quest’ultima, nel caso specifico, gestisce le benna ad alto ribaltamento. La funzione automatica di Autopotenziamento permette di mantenere invariata la velocità di sollevamento del braccio nelle manovre di carico abbassando i tempi di ciclo.

Hitachi ha pensato ai sistemi automatizzati per ottimizzare le operazioni di carico

HITACHI

La funzione automatica di autopotenziamento velocizzare le manovre di carico dosando la traslazione

Posto guida, l’evoluzione Hitachi

Il posto guida segna una tappa fondamentale nell’evoluzione delle pale gommate Hitachi. Se infatti esternamente è evidente il fil-rouge che lega le pale gommate Serie 7 con quella precedente, internamente è cambiata tutta l’ergonomia. L’obiettivo del costruttore è quello di aumentare il livello di comfort incrementando efficienza e produttività. I comandi elettroidraulici permettono di regolare i singoli movimenti. Senza contare la possibilità di impostare dei profili personalizzati per ogni operatore con regolazioni differenziate. Lo spazio a disposizione per la vita di bordo è inoltre stato aumentato con vani per gli oggetti personali.

Il sistema di filtraggio supplementare della ZW180-7 permette di operare senza problemi in ambienti polverosi

HITACHI

La cabina di guida è pressurizzata ed è dotata del kit di filtraggio supplementare

La disposizione dei comandi segue una logica memorizzabile in modo semplice. La consolle di destra, solidale con il sedile, racchiude tutti quelli principali. Le vetrate sono state disegnate in modo da aumentare la visibilità in ogni direzione. Sul piantone destro sono presenti il display multifunzione che consente anche di vedere l’inquadratura delle telecamere e tutti gli interruttori secondari.

Hitachi non ha voluto abbandonare la classica presenza frontale del cruscotto con il display digitale da 3,5” che racchiude i principali parametri della trasmissione. La dotazione di serie prevede anche le connessione con smartphone e tablet permettendo di telefonare in viva voce. La regolazione delle impostazioni di lavoro, infine, si effettuano con un comodo jog-dial. Esattamente come sulle automobili più accessoriate.

Hitachi impiega un comodo jog-dial per la regolazione dei parametri operativi

HITACHI

Le impostazioni di lavoro si effettuano anche tramite un comodo jog-dial

La cabina delle Hitachi Serie 7 è stata completamente rivista

HITACHI

La cabina di guida delle Serie 7 presenta un’ergonomia migliorata e rivista rispetto al modello antecedente

La ZW180-7 della Rocca Autotrasporti è dotata del kit di filtraggio supplementare

HITACHI

La ZW180-7 della Rocca Autotrasporti è dotata di leve elettroidrauliche finger-tip con terza funzione idraulica per il funzionamento della benna ad alto ribaltamento

Il monitor della Hitachi ZW180-7 è completo

HITACHI

La ZW180-7 dispone di un monitor multifunzione che permette anche la visione delle telecamere

La Rocca Autotrasporti si è rivolta a Massucco T per la pala gommata Hitachi ZW180-7

HITACHI

ROCCA AUTOTRASPORTI Genola (CN)

La benna ad alto ribaltamento della ZW180-7 è una GDM

La ZW180-7 impiega una benna ad alto ribaltamento della GDM

La Rocca Autotrasporti di Genola (Cn) opera nel settore della logistica integrata dei cereali. L'azienda opera per conto di molte grandi aziende che producono mangimi per animali e prodotti alimentari legati alla produzione agricola locale.

Il campo d'azione fa capo alla importante produzione cerealicola in essere nella grande pianura che insiste fra Torino e Cuneo. Si tratta infatti della zona da cui deriva il 30% della produzione nazionale di mais.

La pala gommata Hitachi ZW180-7 è impiegata per la completa gestione logistica dei cereali. Si occupa quindi dello stoccaggio a cumulo in fase di raccolta e del carico delle singole essenze nel momento in cui si richiedono forniture specifiche.

Il compito quotidiano prevede quindi il carico dei mezzi che trasportano in produzione i singoli cereali. Oltre a questo vi è la formazione dei cumuli. Operazioni che richiedono velocità e comportano un continuo lavoro in ambienti fortemente polverosi. Oltre a questo la differente luminosità fra i diversi capannoni e fra questi ultimi e l'esterno richiede grande attenzione da parte degli operatori. Il rischio di investimento e di urti è infatti sempre in agguato. Le dotazioni opzionali previste da Hitachi, e consigliate dal dealer Massucco T. in fase di allesimento, permettono quindi di andare incontro alle specifiche esigenze aziendali.
La ZW180-7 si presta bene per gli impieghi industriali

La ZW180-7 si occupa di tutta la gestione logistica dei cereali

La Hitachi ZW180-7 è una pala gommata di classe media

Con un peso operativo di 15.710 kg la ZW180-7 è una pala gommata ideale per questi impieghi

In primo piano

Manitou, Preve, Longhin. Cantiere mozzafiato.

"Liguria, terra sospesa fra cielo e mare". Così Italo Calvino definiva il contesto geografico dove ha sede un cantiere unico nel suo genere per un importo superiore ai 35 milioni di euro. Qui i due Manitou MRT2260 Vision+ della Preve Spa, venduti dal concessionario Longhin, forniscono un servizio fo...

Articoli correlati