Caterpillar ha deciso di tornare nel mercato della grande movimentazione industriale con due nuovi modelli cingolati. Stiamo parlando di due nuove macchine cingolate che nascono dalla gamma Next Generation sfruttandone al 100% i contenuti tecnologici.

I nuovi modelli sono i Caterpillar MH3250 ed MH3260. Era tempo che il costruttore americano non tornava in questa fondamentale fascia di mercato in quanto le due “new entry” sostituiscono di fatto gli storici Caterpillar 330D MH e 345C MH.

Potrebbe interessarti

Siamo quindi in una classe importante in quanto i pesi operativi sono rispettivamente di 48.850 kg e 60.420 kg. Due macchine che vanno a confrontarsi sul mercato globale con i modelli degli specialisti del settore come Sennbogen e Liebherr e di un costruttore generalista come Sany. Infatti gli altri costruttori sono oggi gli unici che presentano una gamma di macchine per la movimentazione industriale sia su gomma che su cingoli con pesi operativi che superano le 60 tonnellate.

Il nuovo Caterpillar MH3250 deriva dal 340 NG

Caterpillar

Il nuovo MH3250 deriva dal 340 NG

La derivazione dai modelli NG di Caterpillar comporta sinergie di livello

Caterpillar

Il nuovo MH3260 deriva dal 352 NG

I Next Generation in versione industriale

I nuovi Caterpillar MH3250 e MH3260, derivando dagli escavatori 340NG e 352NG, assicurano tutti i vantaggi operativi di queste macchine. Fra cui intervalli di manutenzione più lunghi e un’elevata efficienza sia nei consumi, sia nei costi generali di esercizio e di proprietà.

Il costruttore assicura una riduzione complessiva del TCO del 20% rispetto ai modelli che sostituiscono.

Entrambi i modelli sono dotati di nuovi sottocarri a carreggiata variabile meccanicamente. La larghezza di lavoro è pari a 3.720 mm che diventano 3.220 per il trasporto su strada. Gli sbracci massimi sono di 16.010 mm per l’MH3250 e di 18.000 mm per il più grande MH3260.

Il TCO dei nuovi MH è stato ridotto del 20% rispetto ai vecchi modelli Cat

Caterpillar

La tecnologia degli escavatori Next Generation ha permesso di ridurre il TCO del 20% rispetto ai vecchi modelli

Nuovi standard prestazionali per Caterpillar

Le due macchine, utilizzando la tecnologia degli escavatori Next Generation, dispongono di tre diverse modalità di potenza. Abbiamo quindi Power, Smart ed Eco per adattarsi perfettamente ai diversi livelli di potenza necessari per l’esecuzione dei differenti lavori per avere il migliore equilibrio tra prestazioni ed efficienza complessiva del ciclo operativo.

La nuova modalità Smart regola automaticamente la potenza del motore e la potenza idraulica in base alle condizioni di lavoro istantanee per ridurre il consumo di combustibile. La modalità Power, invece, garantisce la massima potenza per portare al massimo le potenzialità produttive.

I motori sono il Caterpillar C9.3B per l’MH3250 e il C13 per il fratello maggiore MH3260. Sono ovviamente conformi agli standard sulle emissioni U.S. EPA Tier 4 Final e EU Stage V e possono anche essere alimentati a biodiesel fino al B20. Si tratta di un fondamentale passo in avanti per chi volesse utilizzare carburanti alternativi a basso impatto ambientale.

Le regolazioni idrauliche sono Power, Smart ed Eco come sui Cat Next Generation

Caterpillar

Le regolazioni idrauliche sono Power, Smart ed Eco per avere la massima efficienza operativa

Essere operativi ovunque

Questi due nuovi material handlers possono essere utilizzati fino a 2.600 m s.l.m. senza riduzione di potenza. Valori che rimangono inalteratati anche a temperature ambiente elevate fino a 52 ˚C. L’avviamento è possibile anche con temperature molto basse fino a -32 ˚C.

Il nuovo distributore distribuisce automaticamente il flusso e la pressione idraulica dove necessario per aumentare l’efficienza complessiva nella movimentazione. L’impianto elettroidraulico avanzato assicura l’equilibrio perfetto tra potenza, efficienza e controllo del carico. Inoltre il riscaldamento automatico accelera il riscaldamento dell’olio idraulico alle basse temperature e contribuisce a prolungare la durata dei componenti.

Potrebbe interessarti

Caterpillar rende disponibile un’ampia gamma di attrezzature e opzioni con diversi sbracci per gli impieghi più svariati e per aumentare la flessibilità operativa. Per chi volesse utilizzare il magnete il modello MH3250 può essere dotato direttamente in fabbrica di un generatore da 25 kW per il suo funzionamento. Il ciclo dei materiali richiede spesso attrezzature di vario tipo per il loro trattamento e manipolazione. Il costruttore è quindi presente con un’ampia varietà di attrezzature grazie ai CAT Work Tools in grado di soddisfare le esigenze di produzione e movimentazione.

Caterpillar ha sfruttato appieno la tecnologia dei Next Generation sui nuovi MH

Caterpillar

La tecnologia degli escavatori Next Generation ha permesso di aumentare efficienza e produttività rispetto ai vecchi modelli

Una cabina made in Caterpillar

La cabina di guida è quella dei Next Generation e si colloca quindi ai vertici del mercato in quanto a comfort, ergonomia e visibilità operativa a 360 gradi.

La dotazione prevede un elevato livello di insonorizzazione per ridurre la rumorosità interna e di montanti in gomma per ridurre le vibrazioni. Conosciamo tutti molto bene le cabine degli escavatori Caterpillar Next Generation il cui livello di comodità permette all’operatore di mantenere un’elevata produttività.

I comandi elettroidraulici permettono la regolazione personalizzata dei livelli di velocità, reattività e precisione operativa. Il sedile è dotato di sospensione pneumatica Premium ed è riscaldato e ventilato.

Potrebbe interessarti

Il monitor touchscreen ad alta risoluzione da 10″ presenta una routine di navigazione attivabile anche con jog-dial. E’ possibile personalizzare le impostazioni operative dotando il proprio profilo di una password che definisce l’ID dell’operatore. Senza la password corretta la macchina non è utilizzabile.

La cabina si solleva idraulicamente fino ad un’altezza massima di 6.020 mm. Piace molto il fatto che Caterpillar utilizzi, su queste macchine, il meccanismo di sollevamento con cilindro inferiore che lavora in massimo allungamento. Si tratta di una soluzione che permette infatti di avere il massimo effetto ammortizzante per un elevato comfort per l’operatore.

Sugli altri suoi Material Handler, invece, utilizza due cilindri integrati nel pantografo di sollevamento. Una soluzione decisamente meno efficiente. I due cilindri infatti non lavorano in estensione annullando completamente l’effetto ammortizzante sulla cabina.

Caterpillar ha rivisto il pantografo di sollevamento della cabina

Caterpillar

La cabina è la stessa dei Next Generation. Decisamente efficiente il nuovo meccanismo di sollevamento che impiega un cilindro inferiore che ammortizza in modo ottimale

Safety first

La sicurezza è uno degli elementi primari per Caterpillar. Le cabine dispongono di montanti con sezioni ridotte per aumentare al massimo la visibilità a 360°. Si tratta di un fondamentale fattore di sicurezza che, unitamente alle telecamere laterali e posteriori, permette all’operatore di lavorare serenamente.

La cabina include parabrezza laminati resistenti agli urti e conformi agli standard P5A. La protezione da oggetti proiettati o dalla caduta di detriti è invece garantita dalla struttura FOGS (Falling Object Guard System) di serie.

Per effettuare le operazioni di manutenzione sono presenti gradini di accesso e piastre antiscivolo su tutta la torretta. Nel caso di un guasto idraulico la cabina può essere abbassata in sicurezza tramite una delle due valvole di emergenza poste all’interno della cabina e all’esterno della macchina.

Braccio e avambraccio sono invece dotati di valvole di blocco che ne impediscono la caduta in caso di problemti tecnici.

Caterpillar

La sicurezza è un aspetto fondamentale per il costruttore con soluzioni pensate nel dettaglio

E-fence Caterpillar, per proteggere anche l’operatore

La tecnologia digitale E-fence introdotta dal costruttore come equipaggiamento di serie dei Next Generation si rivela particolarmente utile sui Material Handler.

Non solo per definire dei confini operativi quando si lavora in impianti o sotto i capannoni evitando di impattare contro le strutture. Ma anche per evitare che l’attrezzatura impatti contro la cabina. Un rischio elevato su macchine dinamiche come i movimentatori industriali. La presenza di E-fence minimizza questo rischio, rendendolo residuo e arrestando automaticamente il movimento della macchina in base ai confini impostati sul monitor per l’intero raggio di lavoro. Ovviamente dipende anche dall’ingombro di cosa movimenta l’operatore.

La tecnologia E-fence di Caterpillar permette di aumentare la sicurezza operativa

Caterpillar

La tecnologia E-fence permette di impostare zone di lavoro specifiche aumentando la sicurezza operativa

Manutenzione semplificata e i servizi per le aziende

Gli intervalli di manutenzione sono stati sincronizzati fra loro e gli intervalli di sostituzione dei filtri sono stati prolungati. L’obiettivo è di ridurre al minimo i tempi di fermo macchina. I filtri del carburante hanno un intervallo di sostituzione di 1.000 ore di esercizio. Il filtro di aspirazione dell’aria con prefiltro ha anch’esso una durata fino a 1.000 ore.

Il filtro dell’olio idraulico migliora il filtraggio e aumenta gli intervalli di sostituzione a 3.000 ore con una vita utile superiore del 50% rispetto ai filtri della generazione precedente. Le nuove valvole anti-scarico mantengono l’olio idraulico pulito durante la sostituzione del filtro aumentando la durata dell’impianto.

Il monitor in cabina informa in tempo reale l’operatore sulla effettiva durata dei filtri e sui tempi di sostituzione. Le porte Cat S∙O∙SSM permettono il prelievo dei campioni dei liquidi per le analisi semplificando la manutenzione.

Per quanto riguarda invece le masse radianti, la ventola elettrica si attiva automaticamente invertendo il flusso per tenere puliti i radiatori.

Caterpillar ha allungato gli intervalli di manutenzione dei nuovi Next Generation

Caterpillar

Gli intervalli di manutenzione dei nuovi Next Generation, da cui derivano gli MH3250 ed MH3260, sono stati allungati

I servizi in remoto di Caterpillar

La manutenzione acquista in efficienza grazie anche ai servizi in remoto. Il nuovo Remote Flash viene infatti eseguito al di fuori degli orari di lavoro per aggiornare il software di bordo alla versione più recente. In questo modo Caterpillar permette alla macchina di fornire prestazioni ottimali e tempi di fermo ridotti al minimo. L’app di controllo è quindi un valido aiuto per gestire posizione, ore e i programmi di manutenzione della flotta generando anche avvisi per gli interventi necessari.

Caterpillar punta su tecnologia e servizi per i nuovi MH

Caterpillar

Il controllo in remoto con le App messe a punto dal costruttore permette di ottimizzare efficienza e manutenzione

In primo piano

LiuGong Serie F, in arrivo sul mercato italiano

LiuGong è un costruttore cinese che punta in modo deciso verso tecnologia e qualità. Con dei contenuti che lo mettono in diretto confronto con "The big one" Caterpillar in merito a dotazioni, comandi elettroidraulici e disponibilità di tecnologie integrate di assistenza allo scavo. Un prodotto molto...

Articoli correlati