BOBCAT è un nome storicamente associato al concetto di minipala gommata e cingolata. Ma l’offerta della Lince è oggi talmente ampia che copre tutta la richiesta del mercato compatto con un forte riferimento ai miniescavatori. Una gamma che va incontro alle richieste di oltre il 50% delle attuali vendite dove, oggi, quasi il 55% delle macchine movimento terra è composto proprio da miniescavatori.

Un’offerta completa

L’offerta del costruttore comprende oggi 18 modelli fra 800 e 9.000 kg di peso operativo. Di cui due modelli elettrici e uno gommato. La fascia in maggiore crescita attuale sul mercato è però quella che parte dalle due tonnellate e mezza e finisce al limite superiore di classificazione dei mini. Stiamo parlando quindi del discrimine delle 6 tonnellate che, anche da un punto di vista normativo, fissa la frontiera fra mini e midi escavatori. Limite al di sopra del quale Bobcat è presente con un modello molto apprezzato dal mercato di cui abbiamo parlato in più occasioni.

La gamma di mini è oggi completa

Bobcat

La Lince è presente con una gamma di miniescavatori estremamente articolata

Nel cuore del mercato. Quando “mini” vuol dire “maxi”

I modelli E26, E27, E27Z, E34, E35Z, E50Z, E55Z ed E60 presidiano questa fondamentale fascia di mercato portandovi tutto il DNA Bobcat. Si tratta infatti di macchine pensate in modo specifico per fornire il valore aggiunto che da sempre distingue i prodotti del marchio. Si va quindi oltre la semplice macchina movimento terra e si approda al concetto di portattrezzi. Una visione che il costruttore americano ha sempre avuto e che ha trasferito in ogni sua macchina. Dalle più piccole alle più grandi. Oltretutto mettendo a punto una gamma di accessori di alto livello con il catalogo attualmente più corposo presente sul mercato.

In un mercato estremamente competitivo è infatti necessario puntare a contenuti concreti dove polivalenza, efficienza operativa, comfort di guida, impianto idraulico performante e struttura pensata per lavori gravosi sono i fattori qualitativi su cui fa leva la Lince.

Bobcat vede i mini come dei portattrezzi

Bobcat

I miniescavatori sono visti come dei portattrezzi flessibili e polivalenti

La cabina Bobcat

La cabina di guida è spesso il primo biglietto da visita per una macchina movimento terra. Si tratta infatti dell’aspetto fondamentale che ogni operatore valuta al primo impatto. Bobcat, con la sua gamma di miniescavatori, è oggi un punto di riferimento grazie ad un’impostazione ergonomica che ha preso forte spunto dalle minipale. Sia come materiali, sia come interfaccia operatore. In modo da ridurre i dubbi e le incertezze ogni volta che si passa da una macchina all’altra.

Cingolati e gommati

Fra le scelte vincenti del costruttore vi è inoltre quella di mantenere lo stesso modulo guida in tutta la gamma che parte dal modello E26 fino all’E60 e al midi E88. Fatta la sola eccezione per il gommato E57W. Non sono in molti a seguire questa filosofia costruttiva che richiede alla base un attento studio di spazi, ingombri oltre ad una razionalizzazione modulare di elementi e componenti. Un vantaggio non solo per il costruttore, che beneficia di evidenti economie di scala, ma anche per l’utilizzatore finale. Quest’ultimo, oltre ad avere un’evidente famigliarità con i comandi di bordo, avrà anche vantaggi in caso di richiesta di ricambi.

Visibilità e comfort sono i target delle cabine Bobcat

Bobcat

Comfort e sicurezza sono il target della cabina dei mini della Lince

I dettagli fanno la differenza

L’impostazione del posto guida Bobcat è immediatamente individuabile da molti dettagli. L’uso di diversi toni di grigio e di plastiche morbide al tatto alza la qualità percepita. I joystick, compreso quello della lama, hanno una consistenza che favorisce la presa e non stanca la mano grazie al materiale soft-grip. Piacciono i cursori dei comandi proporzionali con movimento effettivamente ergonomico “destra/sinistra” che non affatica la mano. Su macchine profondamente vocate all’uso con le attrezzature è un elemento qualificante.

Family look

Il display digitale richiama quanto siamo abituati a vedere sulle minipale. Il family look continua quindi anche in elementi funzionali fondamentali che aiutano l’operatore ad avere un’interfaccia macchina del tutto simile a quella di altri mezzi Bobcat eventualmente presenti in azienda.

L'ergonomia Bobcat è ben studiata

Bobcat

La cabina di guida presenta un’ergonomia efficiente e funzionale

Accesso agevolato grazie alla presenza dei soli pedali per la traslazione

Bobcat

L’accesso è agevolato da una superficie libera e ampia

I comandi sono ben organizzati

Bobcat

A destra è presente il potenziometro e la radio

Vedere ovunque

Uno degli elementi funzionali che è stato maggiormente curato è sicuramente la visibilità. Bobcat non ha sicuramente lesinato sull’impiego dei vetri in ogni direzione fornendo una cabina che non è assolutamente claustrofobica. Insieme alla sagomatura dei cofani motore è quindi possibile avere una buona visibilità diretta di zone spesso problematiche come l’angolo anteriore destro quando si usa il brandeggio. Grazie anche all’assenza di montanti che interrompono lo spazio libero sulla destra.

La disposizione interna si presenta razionale con i comandi disposti in modo funzionale. Nella consolle di sinistra quelli dei tergi e alcune funzionalità idrauliche mentre a destra vi sono quelli del motore, la radio ed il display digitale. Quest’ultimo è dotato di un jog-dial per la navigazione vicino a cui si comandano anche le luci di lavoro e la climatizzazione.

LA cabina Bobcat è oggi fra le più spaziose del mercato

Bobcat

La visibilità è stata curata a 360° in modo attento

Una struttura in linea con le aspettative del mercato

Dal carro ai bracci la Lince si colloca perfettamente in linea con le aspettative del mercato. La struttura ad X del carro e le diverse configurazioni disponibili per quanto riguarda i bracci sono un chiaro segnale che il brand non si fossilizza sulle richieste di un solo mercato, come accade spesso ad altri costruttori, ma si orienta su molteplici esigenze.

Questa visione si accompagna ad accorgimenti specifici che integrano in modo omogeneo la struttura stessa della macchina e le funzionalità idrauliche. Come nel caso del sistema di tensionamento automatico dei cingoli ATTS che sfrutta la pressione dell’impianto idraulico per garantire la corretta tensione in base alle effettive condizioni di lavoro. Ideale quando si opera con la lama che è disponibile anche in versione angolabile.

Aiutare l’operatore

Fra questi accorgimenti vi è anche il sistema bidirezionale che consente di avere una portata continua per gli accessori in entrambe le direzioni senza tenere premuto il pulsante. Questo consente all’operatore di agire in modo più corretto sul braccio, ad esempio usando un martello o una trinciatrice, limitando al massimo eventuali problemi.

Bobcat ha pensato bene all'accesso per la manutenzione

Bobcat

L’accessibilità per la manutenzione è stata curata in modo attento e preciso

La lama è disponibile anche in versione angolabile

Bobcat

La lama è disponibile, su alcuni modelli, anche in versione angolabile

La visione idraulica di Bobcat

Sulla gestione di tutta l’idraulica si apre un capitolo a parte. La visione del costruttore sull’impianto idraulico va nella direzione che hanno aperto le minipale sia gommate che cingolate. Il miniescavatore è infatti pensato come un portattrezzi multifunzionale. Dal posto guida è quindi possibile selezionare pressioni e portate personalizzando le configurazioni per diversi accessori molto differenti fra loro.

Il comando del brandeggio è collocato sul joystick sinistro con un preciso cursore proporzionale. Su quello destro si comandano invece gli accessori. Eliminando i comandi a pedale non solo si è guadagnato in possibili e semplici personalizzazioni ma anche in maggiore spazio a disposizione per le gambe.

Esuberanza idraulica

In generale la scelta del costruttore è andata verso un’esuberanza idraulica ma sempre con il massimo controllo grazie ad un gestione che si è rivelata estremamente “pastosa” alla prova sul campo. Coniugando quindi due fondamentali richieste degli operatori. Da un lato la precisione di guida, dall’altro le prestazioni con le attrezzature idrauliche.

Joystick Bobcat soft-grip

Bobcat

I joystick cursori ergonomici con movimento destra/sinistra e una consistenza soft-grip piacevole e riposante

Il display digitale, una vera e propria “finestra sulla macchina”

La presenza del display digitale è ovviamente fondamentale per poter entrare nel mondo interno della macchina. Di serie è previsto un modello da 5″ ma in opzione, assolutamente consigliata, è disponibile quello da 7″. Quest’ultimo è infatti touch-screen ed ha anche la funzionalità Bluethooth con chiamate in vivavoce e streaming multimediale.

Da qui è possibile entrare nelle configurazioni e nelle impostazioni generali della macchina. Compresa la diagonistica a distanza grazie al sistema telematico Bobcat Machine IQ.

Display digitale e comandi soft-grip

Bobcat

Il display digitale è disponibile sia in versione da 5″ che in quella touch-screen da 7″

Bobcat Depth Check System, controllare lo scavo

Fra le ultime innovazioni presentate dalla Lince vi è anche il Depth Check System. Si tratta di una tecnologia integrata a bordo macchina, disponibile in opzione anche in retrofit su tutta la nuova gamma di mini e midiescavatori R2 del costruttore, che permette il controllo di pendenze e profondità di scavo.

Si tratta di una tecnologia utilizzabile con allestimenti dotati di avambraccio lungo o corto ma non con le versioni a triplice articolazione quando queste siano disponibili.

Il suo impiego permette di aumentare l’efficienza nelle operazioni di scavo di linee di servizio, posizionamento di fossati di drenaggio, scavo di scantinati, installazione di linee fognarie e nella preparazione del sito per fondazioni o piattaforme.

Semplicità e completa integrazione con la macchina

Il Bobcat Depth Check System impiega dei sensori che rilevano l’esatta posizione dei denti della benna. Impostando la profondità di scavo desiderata è possibile lavorare rispetto ad un punto di riferimento. Ciascuna delle opzioni di strumentazione e display compatibili fa continuamente riferimento alla profondità attuale e a quella impostata. Specifici allarmi acustici indicano se l’operatore si sta avvicinando o allontando dalla quota ottimale di scavo.

Rispetto a sistemi esterni vi è quindi la completa integrazione con il pannello e i display della strumentazione Bobcat Deluxe. Questo significa eliminare la necessità di un monitor aggiuntivo all’interno della cabina dell’escavatore grazie al fatto che il sistema comprende tre sensori di posizione (braccio, avambraccio e benna) con tutti i relativi cablaggi integrati.

Depth Check System è pienamente integrato nella tecnologia dei mini R2

Bobcat

Il Depth Check System è pienamente integrato nella tecnologia dei mini R2

Un ricevitore laser in opzione

Ci sono situazioni operative tipiche dei grandi cantieri dove è difficile mantenere un riferimento rispetto ad una posizione fissa. Bobcat mette quindi a disposizione un ricevitore laser opzionale che offre agli operatori una maggiore flessibilità di movimento dato che si basa su un segnale laser anziché su un punto di pendenza fisso. Questo ricevitore è inoltre compatibile con i ricevitori laser opzionali CR600 e BLR 2 già previsti da Bobcat per altre sue macchine.

Il ricevitore laser è opzionale

Bobcat

Il ricevitore laser è un’opzione ed è compatibile con i BLR 2 e CR600

Una gamma pensata per essere modulare e flessibile

La gamma di miniescavatori Bobcat fra le due e le sei tonnellate di peso operativo è impostata su quattro famiglie modulari che condividono fra loro alcuni elementi comuni, come ad esempio la cabina, mentre invece si differenziano per carri, torrette e bracci.

Di fatto abbiamo la famiglia fra le due e le tre tonnellate, quella fra le tre e le quattro ed infine quella fra le quattro e le sei tonnellate. Ogni famiglia, al proprio interno, “gioca” sulla composizione di elementi costruttivi specifici in modo che, sulla stessa base strutturale, prendano vita più modelli con caratteristiche peculiari. Bobcat, ragionando con questa logica, è quindi in grado di andare incontro a molteplici target. Sia con macchine convenzionali, sia con modelli Zero Tail.

Bobcat E26, E27 ed E27Z, fra due e tre tonnellate

E26 – macchina con braccio dotato di tecnologia CIB, ossia con cilindro di sollevamento protetto, e con geometria del braccio che limita il rischio di collisioni fra benna e cabina. Rispetto al modello precedente è stata aumentata la capacità di sollevamento laterale pur con un peso operativo inferiore di 100 kg.

  • Peso operativo – 2.608 kg
  • Profondità di scavo – 2,60 metri
  • Motore – Yanmar 3TNV76-PBC Stage V – 14,9 kW – coppia massima 66,3 Nm
  • Impianto idraulico – 94,25 l/min di cui Aux 1 – 53,75 l/min e Aux 2 – 20,00 l/min
  • Forza di strappo – 1.600 kgf
  • Forza di scavo – 2.418 kgf
BOBCAT E26 si colloca ai piedi della fascia fra le 2 e le 3 tonnellate

Bobcat

E26

Il braccio con cilindro di sollevamento protetto è una delle caratteristiche funzionali

E27 – macchina con architettura convenzionale, si distingue comunque per la sporgenza posteriore di soli 28 centimetri anche con l’opzione del contrappeso pesante. Un’impostazione che lo vede come macchina ideale per i contesti impegnativi dove è richiesta una macchina compatta.

  • Peso operativo – 2.683 kg
  • Profondità di scavo – 2,80 metri
  • Motore – Kubota D1305-E4B-BCZ-1 Stage V – 18,3 kW – coppia massima 81,3 Nm
  • Impianto idraulico – 94,30 l/min di cui Aux 1 – 54,00 l/min e Aux 2 – 20,00 l/min
  • Forza di strappo – 1.634 kgf
  • Forza di scavo – 2.704 kgf
BOBCAT E27 è un classico mini vicino alle 3 tonnellate

Bobcat

E27

L’architettura convenzionale permette di avere elevati carichi di sollevamento ed una potenzialità operativa elevata con le attrezzature

E27Z – miniescavatore ZHS (Zero House Swing) che è la versione short-radius del modello E26 ma con la possibilità di operare a filo di muri e con un peso operativo contenuto. Disponibile anche con avambraccio lungo che permette di operare a profondità elevate per la categoria.

  • Peso operativo – 2.705 kg
  • Profondità di scavo – 2,50 metri
  • Motore – Yanmar 3TNV76-PBC Stage V – 14,9 kW – coppia massima 66,3 Nm
  • Impianto idraulico – 94,25 l/min di cui Aux 1 – 53,75 l/min e Aux 2 – 20,00 l/min
  • Forza di strappo – 1.652 kgf
  • Forza di scavo – 2.418 kgf
BOBCAT E27Z è un mini multiruolo

Bobcat

E27Z

La configurazione come macchina Zero Tail permette di operare senza problemi a filo di edifici e manufatti

Bobcat E34 ed E35Z, fra tre e quattro tonnellate

E34 – miniescavatore con architettura convenzionale per avere la massima stabilità anche in applicazioni impegnative dove può sfruttare al massimo le sue prestazioni. Si colloca al centro della gamma dei miniescavatori con un peso operativo di circa tre tonnellate e mezza.

  • Peso operativo – 3.476 kg
  • Profondità di scavo – 3,10 metri
  • Motore – Kubota D1703-E4B Stage V – 18,2 kW – coppia massima 97,4 Nm
  • Impianto idraulico – 101,20 l/min di cui Aux 1 – 64,00 l/min e Aux 2 – 20,00 l/min
  • Forza di strappo – 2.120 kgf
  • Forza di scavo – 3.408 kgf
BOBCAT E34 è un mini convenzionale

Bobcat

E34

Con un peso operativo di circa tre tonnellate e mezza si candida come miniescavatore tuttofare

E35Z – grazie alla configurazione ZHS ed al peso operativo di tre tonnellate e mezza è una macchina adatta per molteplici impieghi ma con la possibilità di operare in spazi molto ristretti e lungo muri ed edifici. Grazie ai due contrappesi opzionali massimizza la capacità di sollevamento e la stabilità.

  • Peso operativo – 3.499 kg
  • Profondità di scavo – 3,10 metri
  • Motore – Kubota D1703-E4B Stage V – 18,2 kW – coppia massima 97,4 Nm
  • Impianto idraulico – 101,20 l/min di cui Aux 1 – 64,00 l/min e Aux 2 – 20,00 l/min
  • Forza di strappo – 2.120 kgf
  • Forza di scavo – 3.408 kgf
BOBCAT E35Z è un mini zero tail

Bobcat

E35Z

Con un’architettura Zero Tail è un miniescavatore in grado di operare in spazi di qualsiasi tipo

Bobcat E50Z, E55Z ed E60, fra quattro e sei tonnellate

E50Z – macchina che si candida per i pesanti lavori urbani dove si muove in modo agevole grazie alla configurazione ZHS ed al peso operativo di circa cinque tonnellate che permette di affrontare anche lavori impegnativi in poco spazio e caricare mezzi di trasporto di grande dimensione.

  • Peso operativo – 4.900 kg
  • Profondità di scavo – 3,60 metri
  • Motore – Bobcat 1.8L Stage V – 31,3 kW – coppia massima 155 Nm
  • Impianto idraulico – 99,00 l/min di cui Aux 1 – 78,20 l/min e Aux 2 – 46,60 l/min
  • Forza di strappo – 2.260 kgf
  • Forza di scavo – 3.848 kgf
BOBCAT E50Z è un mini molto concreto

Bobcat

E50Z

Ingombri contenuti e prestazioni elevate permettono di affrontare lavori di ogni tipo

E55Z – disponibile con bilanciere lungo opzionale che massimizza la profondità di scavo e offre una luce verticale di oltre 6 metri. Il carro è dotato di rulli a doppia flangia, cingoli intercambiabili e tensionamento automatico. In opzione è disponibile la lama angolabile che aumenta la polivalenza.

  • Peso operativo – 5.271 kg
  • Profondità di scavo – 3,40 metri
  • Motore – Bobcat 1.8L Stage V – 36,4 kW – coppia massima 180 Nm
  • Impianto idraulico – 138,60 l/min di cui Aux 1 – 80,50 l/min e Aux 2 – 45,40 l/min
  • Forza di strappo – 3.160 kgf
  • Forza di scavo – 4.517 kgf
BOBCAT E55Z zero tail di alta fascia

Bobcat

E55Z

Con un peso operativo di poco superiore alle 5 ton è un mini con prestazioni di rilievo

E60 – si colloca al vertice della gamma mini di Bobcat e segna il confine con i midi. La sporgenza posteriore di 28 centimetri lo colloca in una fascia short-radius molto interessante che permette di operare con elevate prestazioni in spazi normalmente più indicati per macchine più piccole.

  • Peso operativo – 6.130 kg
  • Profondità di scavo – 3,50 metri
  • Motore – Bobcat 2.4L Stage V – 41,0 kW – coppia massima 190 Nm
  • Impianto idraulico – 138,60 l/min di cui Aux 1 – 85,70 l/min e Aux 2 – 45,40 l/min
  • Forza di strappo – 3.415 kgf
  • Forza di scavo – 4.878 kgf
BOBCAT E60 cingolato mini top di gamma

Bobcat

E60

Un mini, quasi midi, in grado di operare nella movimentazione pesante ed in cantieri impegnativi

Bobcat E57W, il mini gommato

Il settore dei gommati di piccola taglia è una fascia di mercato in continua crescita e dove le imprese stradali stanno sempre più rivolgendo la propria attenzione.

Bobcat è presente con il suo E57W che permette di spostarsi, soprattutto in ambito cittadino, con agilità e forte polivalenza. Dispone di una profondità di scavo massima, a seconda dei bracci, che va da 3.495 mm a 3.795 mm.

Fra le dotazioni di serie sono presenti l’aria condizionata, il dispositivo di sovraccarico, il secondo circuito ausiliario, le valvole anticaduta e la lama di reinterro e stabilizzazione.

  • Peso operativo – 6.312 kg
  • Profondità di scavo – 3,50 metri
  • Motore – Bobcat 2.4L Stage V – 42,5 kW – coppia massima 202 Nm
  • Impianto idraulico – 180,30 l/min di cui Aux 1 – 52,50 l/min
  • Forza di strappo – 2.800 kgf
  • Forza di scavo – 4.200 kgf
BOBCAT E57W gommato midi

Bobcat

E57W

La fascia dei gommati compatti è in forte crescita grazie alla loro agilità e polivalenza

In primo piano

Manitou, Preve, Longhin. Cantiere mozzafiato.

"Liguria, terra sospesa fra cielo e mare". Così Italo Calvino definiva il contesto geografico dove ha sede un cantiere unico nel suo genere per un importo superiore ai 35 milioni di euro. Qui i due Manitou MRT2260 Vision+ della Preve Spa, venduti dal concessionario Longhin, forniscono un servizio fo...

Articoli correlati

Ritchie Bros, appuntamento al 5 e 6 dicembre

Ritchie Bros ha organizzato la sua prossima asta online i giorni 5 e 6 dicembre 2023. In vendita oltre 1500 macchine di ogni tipo fra cui sollevatori telescopici, pale gommate, escavatori, minipale, carrelli elevatori e mezzi di trasporto.