Merlo ha vinto anche il “Compasso d’Oro ADI 2022” con il suo e-Worker, l’ultima novità del costruttore italiano. Un altro prestigioso premio, quindi, dopo un anno già denso di successi e premiazioni. Dal Samoter Innovation Award nel 2020 fino ad Eima 2021.

Sicuramente il “Compasso d’Oro ADI 2022” è uno dei riconoscimenti più importanti al mondo nel campo del design industriale Made in Italy. Si tratta di un premio fondato dall’Associazione per il Disegno Industriale (ADI) nel 1954. Il “Compasso d’Oro” premia ogni due anni dai dieci ai venti prodotti. Prodotti presenti nelle categorie più disparate che si sono contraddistinti per aver apportato modifiche e innovazioni sostanziali nel campo del design. Design che si intende non solo come forma ma anche e soprattutto come “progetto”.

Il Merlo e-WORKER apre un nuovo fronte di design per il costruttore

Merlo e-Worker

Il “piccolo” elettrico del costruttore italiano ha vinto il Compasso d’Oro ADI 2022

Il Compasso d’Oro è quindi l’ultimo tassello fai i numerosi riconoscimenti ottenuti dall’eWorker negli ultimi due anni. Una concreta testimonianza, come ribadito dalla stessa Casa di Cuneo, “del lavoro, della responsabilità e dell’impegno del Gruppo Merlo e di tutte le donne e gli uomini che ogni giorno, con passione, contribuiscono al successo di questa grande Famiglia”.

Potrebbe interessarti

Merlo e-WORKER. Elettrico elettrizzante.

Merlo ci ha dato l'opportunità di provare sul campo il nuovo e-WORKER 25.5-90 4WD. Il primo telescopico elettrico del costruttore ha messo in luce un comportamento molto accattivante. Con un 4WD davvero convincente.

Merlo e-Worker, quando il tuttofare diventa elettrico

Nella progettazione dell’e-Worker sono stati ripensati tutti i componenti e il loro posizionamento. In primis lo schema della trasmissione che prevede due motori elettrici anteriori, uno per ruota, per i modelli 2WD. Con l’aggiunta di un terzo motore elettrico posteriore, posizionato verticalmente e flangiato sull’assale posteriore, nei modelli 4WD.

Si tratta di una soluzione brevettata da Merlo che permette innumerevoli vantaggi.

Il primo è quello legato al layout dove il posizionamento della batteria a centro veicolo ha permesso di abbassare il baricentro ed incrementare la stabilità.

Il secondo è quello legato alla manovrabilità grazie all’elevato angolo di sterzatura delle ruote posteriori motrici. Che operano con un grado di ben 85° nella versione 2WD e poco meno nella versione 4WD.

Senza dimenticare, ovviamente, i vantaggi nella gestione elettronica della trazione che garantisce la corretta velocità di tutte e quattro le ruote senza slittamenti. A questo si aggiunge l’inserimento automatico del blocco del differenziale elettronico e la frenata rigenerativa. Tutti questi elementi tecnici si traducono in una riduzione dei consumi energetici ed in un incremento della trazione in fuoristrada.

Un quarto motore elettrico, collegato ad una pompa idraulica Load Sensing, permette invece tutti i movimenti di braccio telescopico, zattera frontale e attrezzature idrauliche. Fra i plus del nuovo e-Worker occorre sottolineare anche la possibilità di utilizzo come PLE non solo fissa ma anche mobile. Esattamente come una piattaforma semovente con guida dal cestello.

Il Merlo e-WORKER può operare anche come PLE semovente

Merlo e-Worker

Uno dei punti di forza del nuovo e-WORKER è l’omologazione come PLE semovente non stabilizzata.

La velocità massima di spostamento è di 3 km/h a prescindere dall’altezza della piattaforma.

In primo piano

LiuGong Serie F, in arrivo sul mercato italiano

LiuGong è un costruttore cinese che punta in modo deciso verso tecnologia e qualità. Con dei contenuti che lo mettono in diretto confronto con "The big one" Caterpillar in merito a dotazioni, comandi elettroidraulici e disponibilità di tecnologie integrate di assistenza allo scavo. Un prodotto molto...

Articoli correlati