Komatsu è uno dei costruttori che ha iniziato un percorso di forte riduzione dell’impatto ambientale. Sappiamo tutti molto bene quanto conti l’efficienza per il marchio nipponico. Non è infatti un caso che la tecnologia ibrida diesel/elettrico abbia fatto la propria comparsa per la prima volta proprio sugli escavatori dal caratteristico colore giallo acceso.

Il Komatsu BR380JG-3 è un impianto mobile di frantumazione ad alte prestazioni

Komatsu

Il BR380JG-3 rispetta un rigido piano di compensazione della CO2 emessa nel corso della vita operativa

L’attenzione verso l’ambiente si concretizza però anche in modo oggettivamente concreto. Nel momento in cui è necessario effettuare una corretta valutazione delle emissioni di CO2 si deve agire senza ipocrisie. L’impianto mobile di frantumazione a mascelle Komatsu BR380JG-3 è una macchina fortemente utilizzata nel settore del recycling. Uno scenario operativo che ha come oggetto l’attenzione verso tematiche di questo tipo. E che le affronta sempre con il dovuto atteggiamento scientifico.

Komatsu ha fatto una scelta drastica e priva di ipocrisia. Per ogni BR380JG-3 venduto in Europa applica uno schema di compensazione della CO2. Questo schema prevede la piantumazione di una quantità di alberi in grado di annullare le emissioni della macchina impiegata nella sua piena capacità operativa.

Komatsu crede fortemente nella compensazione della CO2 per il BR380JG-3

Komatsu

Il BR380JG-3 è una macchina dal DNA fortemente connotato che si basa sulla lunga esperienza del costruttore

Komatsu BR380JG-3, zero emissioni nette di CO2

Uno schema di non difficile attuazione vista la motorizzazione Stage V con soluzioni tecniche che economizzano il carburante e abbattono l’impatto ambientale effettivo.

Vince Porteous, Product Manager presso Komatsu Europe, afferma in merito che “Il nuovo frantoio BR380JG-3 è la prima macchina diesel Komatsu in Europa a vantare zero emissioni di CO2. Siamo fortemente convinti che la soluzione dei problemi legati a fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) sia fondamentale per entrare veramente nel futuro. Combinando la tecnologia Komatsu con la biologia possiamo rinnovare il nostro impegno. Sia nei confronti dei nostri clienti, sia del pianeta. Un ruolo che, in qualità di costruttori di attrezzature da costruzione e da cava, è fondamentale”.

Le caratteristiche del Komatsu BR380JG-3 sono uniche sul mercato

Komatsu

Il BR380JG-3 rispetta un rigido piano di compensazione della CO2 emessa nel corso della vita operativa

Completamente made in Komatsu

Il BR380JG-3 è un frantoio mobile a mascelle dal peso operativo che varia fra 33.500 e 35.310 kg. La capacità produttiva è pari a 240 t/h con una bocca di frantumazione di 1.050 x 550 mm. La motorizzazione Stage V è data dal Komatsu SAA6D107E-3. Si tratta di un sei cilindri da 6,69 litri in grado di funzionare anche con carburanti alternativi HVO, GTL e BTL secondo la normativa EN 15940:2016. La potenza erogata è di 159 kW (213 cv) @ 2.050 giri/min. La rispondenza normativa è ottenuta dall’azione combinata dell’impianto di iniezione HPCR Common Rail ad alta pressione e dell’EGR. I gas in ricircolo sono filtrati attraverso il sistema di ventilazione a basamento chiuso KCCV.

A questi accorgimenti si somma l’azione della turbina a geometria variabile VGT e il sistema di post trattamento dei gas di scarico. Stiamo parlando del KDPF che comprende il filtro antiparticolato e il riduttore catalitico selettivo SCR.

L’impianto idraulico è un HydrauMind Load Sensing a centro chiuso ad elementi compensati che eroga 2 x 244 l/min assicurando quindi un funzionamento regolare e performante.

Il motore è il Komatsu Stage V con modulo KDPF integrato

Komatsu

Il motore stage V sviluppa 159 kW @ 2.050 giri/min ed è dotato del modulo integrato KDPF con DPF ed SCR

Uno schema collaudato

Lo schema del BR380JG-3, presentato da Komatsu nel corso del 2021, segue quello collaudato della versione JG-1 da cui deriva. Le implementazioni effettuate dal costruttore sono molteplici. Abbiamo infatti un nuovo piano vibrante a due assi che assicura un flusso di materiale regolare e continuo. Prima dell’ingresso nella bocca di frantumazione abbiamo un alimentatore grizzly con barre vibranti a doppio stadio.

Il BR380JG-3 impiega tecnologie e componenti presenti anche sugli escavatori idraulici del costruttore

Komatsu

Il BR380JG-3 impiega tecnologie e componenti che troviamo anche sugli escavatori del costruttore

L'impianto idraulico del BR380JG-3 è l'Hydraumind

Komatsu

L’impianto idraulico del BR380JG-3 è l’HydrauMind Loadn Sensing a centro chiuso da 2 x 244 l/min

Il sistema di alimentazione semiautomatico prevede un dispositivo di rilevazione del sovraccarico del frantoio e un comando automatico dell’alimentazione. L’azione combinata di questi due dispositivi permette di avere continuità ed efficienza nella produzione. L’apertura delle mascelle, come anticipato, è 1.065 mm x 550 mm. Le piastre laterali coniche facilitano l’ingresso del materiale. La funzione di regolazione automatica della mascella è di semplice utilizzo. E’ così possibile frantumare grandi volumi di materiale nella pezzatura desiderata.

Komatsu impiega un alimentatore grizzly con barre vibranti doppio stadio

Komatsu

Il BR380JG-3 è dotato di alimentatore grizzly e di piastre laterali coniche per facilitare l’ingresso del materiale nella bocca di frantumazione

La produttività oraria massima è di 240 t/h. Si è arrivati a questo valore grazie al convogliatore principale che ha larghezza di 1.050 mm. La sua velocità massima arriva a 120 m/min. La quantità di materiale frantumato che è possibile accumulare prima di dover spostare la macchina è pari a 37 tonnellate.

Le dotazioni Komatsu

Il convogliatore per i materiali fini e il separatore magnetico di metalli sono disponibili solo in opzione. Si tratta di due dotazioni che aumentano la versatilità della macchina e che sono fondamentali per chi opera nel recycling. Il radiocomando è invece di serie. Avviamento e arresto sono comandati con la semplice e veloce pressione di un tasto per la massima sicurezza associata all’efficienza operativa.

La dotazione opzionale del BR380JG-3 prevede il separatore magnetico

Komatsu

Il separatore magnetico fa parte delle dotazioni opzionali del BR380JG-3

Da questo punto di vista occorre infatti evidenziare come il monitor ad alta risoluzione fornisce i comandi in ben 27 lingue diverse in modo che ogni operatore non abbia dubbi di nessun genere. Oltre che le fondamentali funzioni operative, il monitor fornisce informazioni in tempo reale sulle condizioni di funzionamento e sul consumo di carburante.

Il monitor Komatsu è del tutto omologo a quello degli escavatori idraulici

Komatsu

Il monitor elettronico ha una routine di funzionamento molto intuitiva e del tutto simile a quella che si trova sulle altre macchine del costruttore

Le dotazioni di sicurezza previste da Komatsu prevedono anche un gradino pieghevole grazie a cui si accede per la manutenzione al livello del terreno. La larghezza di trasporto, una volta richiuso, mantiene la misura di 2.870 mm. Per le operazioni di manutenzione sono inoltre stati variati i parapetti con tutti i punti di ancoraggio per le imbracature di sicurezza.

Il BR380JG-3 ha dimensioni compatte per il trasporto

Komatsu

Le dimensioni di trasporto richiedono. in Italia, le autorizzazioni per il fuori sagoma

Komatsu ha pensato alla manutenzione da terra

Komatsu

Il gradino pieghevole di accesso consente il comodo accesso da terra per la manutenzione

Komtrax, il controllo dell’efficienza generale allo step 5

Komatsu, con il suo Komtrax, è stato fra i primi costruttori a introdurre il controllo in remoto delle proprie macchine. Stiamo parlando infatti del lontano 2004 quando, in modo del tutto visionario, il costruttore giapponese introdusse la prima versione del suo sistema di monitoraggio.

Potrebbe interessarti

Oggi siamo arrivati allo step 5 di Komtrax con l’operatività in 4G e antenna di comunicazione integrata. Il rapporto di stato comprende sia l’operatività della macchina, sia l’impiego di carburante e di AdBlue. Le informazioni trasmesse dal sistema sono disponibile 7/7 e 24/24. Il monitoraggio consente non solo di capire il livello di efficienza della macchina ma anche l’eventuale necessità di operazioni di manutenzione.

La base del Komatsu BR380JG-3 è quella della serie J-1

Komatsu

Il BR380JG-3 è stato completamente aggiornato sulla collaudata base del JG-1

Fondamentale quindi per un corretto svolgimento del programma di manutenzione Komatsu Care. Disponibile di serie su ogni nuova macchina del costruttore, copre la manutenzione programmata da fabbrica. Tutte le operazioni sono infatti eseguiti dalla rete ufficiale del costruttore, da tecnici qualificati e impiegando ricambi originali. Permettendo quindi di allungare la vita utile del mezzo, di mantenerlo sempre in ottime condizioni operative e di preservarne il valore nel tempo.

Komtrax e quadro strumenti elettronico facilitano la gestione del BR380JG-3

Komatsu

Tutti i dati sono accessibili tramite il Komtrax. Il quadro comandi permette di avere la macchina sotto il pieno controllo

In primo piano

Sicurezza & macchine. Il video del primo WEB Event.

Sicurezza & Macchine è il tema del nostro primo WEB Event. Un vero e proprio tasto dolente che posiziona l'Italia in coda nell'Unione Europea. I dati INAIL ci forniscono infatti un quadro desolante. Inizia da qui un percorso dove vogliamo diffondere la Cultura della Sicurezza come vero e proprio mod...

Manitou, GB Costruzioni e Longhin, alleanza di lunga data.

G.B. Costruzioni è una delle imprese più reputate del nord ovest per la sua grande attenzione alla qualità del costruito e alla cura dei dettagli. Da decenni utilizza i sollevatori telescopici Manitou nei propri cantieri edili. Grazie ad un rapporto di fidelizzazione con il costruttore e con il conc...

Articoli correlati