Hitachi è un costruttore molto attento all’innovazione ma, fino ad ora, non si era ancora fatto tentare in modo massiccio dalle “sirene dell’elettrico”. Un approccio graduale che, in Europa, ha visto aziende come Kiesel, tramite il marchio KTEG, trasformare macchine arancioni con funzionali applicazioni full-electric. Richieste soprattutto da alcuni specifici mercati in cui l’importatore tedesco opera storicamente.

Nel corso di Bauma 2019 il marchio giapponese presentò un interessante prototipo dello ZE85, macchina nata concettualmente per supportare lo sviluppo di questo tipo di tecnologia. Ma che, alla prova dei fatti era stato sviluppato da EAC (European Application Center GmbH). Nello specifico una joint venture tra Hitachi Construction Machinery Co., Ltd e KTEG (Kiesel Technologie Entwicklung GmbH). Macchina presentata “ufficialmente” da Hitachi in Europa solo ad aprile 2022 al Futureworx svoltosi in UK.

Lo ZE85 è stato sviluppato da EAC, joint venture fra Hitachi e KTEG

HITACHI

A Bauma 2019 fu presentato il prototipo dello ZE85. Macchina sviluppata in seguito da EAC, joint venture tra Hitachi e KTEG

E’ arrivato quindi il momento di rompere gli indugi con un’altra macchina in grado di entrare nel mercato in modo dirompente grazie alla classe di peso e alle prestazioni. Ma soprattutto grazie al fatto che, concretamente, è di fatto basata sull’omologo modello ZX55U-6 con motore termico.

Il miniescavatore Hitachi ZX55U-6EB è il primo modello elettrico del costruttore

HITACHI

Il nuovo ZX55-U6EB presenta un’interessante duplice alimentazione che ne aumenta la polivalenza

Hitachi arriva nell’elettrico partendo dall’alto

L’approccio a questo tipo di mercato da parte di Hitachi è quindi completamente differente rispetto ai competitor. I costruttori che hanno deciso di proporre macchine di questo tipo sono infatti partiti da modelli molto più piccoli costruiti sulla base delle classiche macchine da 1,5 o 2,0 tonnellate di peso operativo.

Il nuovo ZX55-U6EB di Hitachi si propone quindi come macchina estremamente produttiva e pensata per affrontare anche lavori di un certo impegno. Soprattutto in quei contesti dove emissioni gassose e sonore sono out. Il primo modello Hitachi di questa classe offre infatti livelli di rumorosità inferiori, maggiore efficienza e prestazioni elevate in spazi ristretti. Inoltre ha minori esigenze di manutenzione e tempi di fermo macchina ridotti rispetto ai modelli convenzionali.

Potrebbe interessarti

Avendo la stessa identica struttura del modello short-radius ZX55U-6 con motore a gasolio, è in grado di affrontare cantieri urbani di scavo e posa canalizzazioni o cantieri generici di edifici di vario tipo. Il livello prestazionale lo rende idoneo anche per i contesti di movimentazione dei rifiuti negli impianti chiusi di smaltimento.

Il miniescavatore Hitachi ZX55U6-EB è di fatto una macchina unica sul mercato

HITACHI

Unico sul mercato sia per peso operativo che per tecnologia, lo ZX55U6-EB punta su flessibilità e polivalenza

Andare incontro alle esigenze degli utilizzatori

Gli utilizzatori possono scegliere fra diversi tipi di alimentazione. E’ infatti possibile utilizzare le batterie agli ioni di litio da 39 kWh oppure il funzionamento con cavo. Quest’ultima alternativa permette alla macchina di funzionare durante la ricarica da una fonte di alimentazione trifase CEE 400VAC.

L’utilizzo di entrambe le modalità è realmente utile per chi lavora in cantiere. E’ infatti possibile garantire una continuità operativa laddove siano presenti i quadri di cantiere allacciati alla rete elettrica. Occorre ovviamente fare attenzione al cavo nel momento in cui ci si allaccia alla rete. Ma è anche vero che l’impiego classico di un miniescavatore permette senza problemi l’uso di questa tecnologia. L’Hitachi ZX55U-6EB può quindi lavorare in modo produttivo e continuo durante tutta la giornata. Senza dover rinunciare, ad esempio, della climatizzazione di serie.

Questo tipo di soluzione permette costi di manutenzione e tempi di fermo ridotti rispetto agli escavatori convenzionali. Tutto il sistema di azionamento elettrico, compreso il livello della batteria e il fattore di carico del motore, è monitorato da remoto. I livelli di pressione sonora esterna di 91dBA consentono di operare anche in contesti particolari. Come orari notturni in città, centri storici o stabilimenti.

Di serie è inoltre presente una telecamera posteriore per monitorare la connessione sicura del cavo durante il funzionamento con questo tipo di alimentazione.

Hitachi è entrata direttamente nel mercato delle macchine elettriche con un modello unico sul mercato

HITACHI

Quando si lavora con il cavo è possibile controllarlo in ogni istante grazie alla telecamera di serie

La tecnologia Hitachi per l’innovazione sostenibile

Lo ZX55U-6EB è il primo miniescavatore elettrico prodotto da Hitachi. Alla base c’è lo stesso concetto dell’escavatore elettrico ZE85 da 8 tonnellate di cui abbiamo parlato ad inizio articolo. Questa “prémière” sottolinea l’impegno del costruttore nel fornire soluzioni sostenibili. Hitachi ha infatti dichiarato di voler espandere in futuro la propria gamma di prodotti alimentati a batteria in Europa.

Takaharu Ikeda, presidente di HCME, ha infatti sottolineato che “Hitachi è lieta di offrire ai propri clienti un nuovo modello alimentato a batteria in grado di lavorare in modo produttivo ed efficiente in piccoli spazi. Stiamo lavorando duramente per soddisfare la crescente domanda di apparecchiature a emissioni zero e ascoltando attentamente le esigenze dei nostri clienti. Questo per una maggiore sicurezza, una maggiore produttività e un ridotto TCO”.

HITACHI

Takaharu Ikeda, presidente di HCME, ha sottolineato “Hitachi è lieta di offrire ai propri clienti un nuovo modello alimentato a batteria in grado di lavorare in modo produttivo ed efficiente in piccoli spazi.

Le specifiche principali del nuovo Hitachi ZX55U-6EB includono una potenza nominale di 33 kW, un peso operativo di 5.330 kg e una capacità della batteria di 39 kWh. Il caricabatteria di bordo ha una potenza di 22kW e l’ingresso di ricarica è un CEE 400VAC trifase. La capacità della benna è di 0,14 m³ a colmo, mentre la lunghezza, la larghezza e l’altezza complessive sono rispettivamente di 5.520 mm, 2.000 mm e 2.620 mm. Il raggio di rotazione posteriore è 1.100/1.860 mm a seconda che si lavori con batteria o con cavo di collegamento alla rete.

HITACHI

Il nuovo miniescavatore ZX55U-6EB apre prospettive di mercato completamente nuove

SPECIFICHE TECNICHE HITACHI ZX55U-6EB

Potenza nominale33 kW
Peso operativo5.330 kg
Capacità batteria39 kWh
Potenza di ricarica22 kW
Entrata di ricaricaCEE 400VAC trifase
Capacità benna ISO0,14 mc
Lunghezza fuori tutto5.520 mm
Larghezza fuori tutto2.000 mm
Altezza fuori tutto2.620 mm
Raggio posteriore BATTERIA/CAVO1.100 mm / 1.860 mm

In primo piano

Sicurezza & macchine. Il video del primo WEB Event.

Sicurezza & Macchine è il tema del nostro primo WEB Event. Un vero e proprio tasto dolente che posiziona l'Italia in coda nell'Unione Europea. I dati INAIL ci forniscono infatti un quadro desolante. Inizia da qui un percorso dove vogliamo diffondere la Cultura della Sicurezza come vero e proprio mod...

Manitou, GB Costruzioni e Longhin, alleanza di lunga data.

G.B. Costruzioni è una delle imprese più reputate del nord ovest per la sua grande attenzione alla qualità del costruito e alla cura dei dettagli. Da decenni utilizza i sollevatori telescopici Manitou nei propri cantieri edili. Grazie ad un rapporto di fidelizzazione con il costruttore e con il conc...

Articoli correlati